La voce di Federsanità

Federsanità Anci alla Maratona Patto della salute

Federsanità ha scelto di "far parlare le aziende", in particolare dando voce ad uno dei modelli piu avanzati sul territorio in termini di realizzazione dell'integrazione socio sanitaria quello dell'Azienda Toscana Sud est, che ha già mostrato esiti di salute per i cittadini e risparmi significativi per il sistema. "In particolare - ha detto Tiziana Frittelli Presidente di Federsanita Anci- sono stati proposti, come contribuito al Patto,  i cardini di quello che è ormai conosciuto come modello delle "Reti cliniche integrate e strutturate. L’aumento della cronicità e fragilità rappresentano il “banco di prova” per la sostenibilità del SSN. La visione prevalente, fortemente orientata alla risposta medico specialistica erogata negli ospedali - non è in grado di affrontare la sfida dei nuovi bisogni di salute e la presa in cura delle cronicità né il contenimento delle loro complicanze. Pertanto, in linea con il programma Health 2030 e con il Piano nazionale Cronicità, abbiamo proposto un nuovo modello professionale e organizzativo, già sperimentato in Italia che, declinando il Population Health management si basa su 5 P: prevenzione, prossimità, proattività, personalizzazione, partecipazione". Le reti cliniche Integrate e strutturate promuovono come modello assistenziale una presa in cura proattiva  che si realizza mediante una valutazione multidimensionale dei determinanti sanitari, e della fragilità sociale e socio assistenziale del singolo paziente, con attenzione alla persona e non alle patologie, e sulla definizione delle cure sulla base di un Piano Assistenziale Individuale, che tenga conto dei PDTA delle singole patologie, ma anche appunto dei problemi sociali del paziente nell’ottica della personalizzazione ed umanizzazione delle cure.
 
Il Piano Assistenziale individuale viene formulato e poi nel tempo garantito al cittadino da un nuovo modello professionale: il Team multiprofessionale –integrato e strutturato (Primary Care Team) , dove si integrano tutte le figure professionali che “ruotano” attorno alla presa in cura del cittadino: Medico di Famiglia, Medico di Continuità Assistenziale, infermiere, specialisti internisti e di branca, Assistente Sociale, oltre alle altre figure territoriali necessarie per le specifiche patologie come Fisioterapista, Dietista ecc. Importante l’inserimento nel Team del farmacista che può contribuire a migliorare l’aderenza alla terapia e la prevenzione degli eventi avversi da farmaci. "Caratteristica fondamentale e distintiva delle Reti cliniche integrate e strutturate e proprio la “strutturazione” - ha spiegato la Presidente Frittelli - cioè la individuazione nominale dei componenti del team, che operano come una “comunità di pratica” in modo che non sia garantita solo la continuità delle cure ma anche la continuità del Team di Cura. Le diverse modalità di presa in carico comportano la necessità di ridefinire il modello organizzativo, prima di tutto del territorio, ma anche dell’Ospedale, prevedendo anche di “strutturare” modalità di stabile collaborazione territorio-ospedale-territorio". “Collante” di tutto il modello è la realizzazione di un solido sistema informativo abilitante che permetta l’interoperabilità e lo scambio di dati tra i setting assistenziali e con il cittadino, nel rispetto della normativa privacy europea, cosa che richiede un intervento legislativo specifico.


Consulta la proposta di Federsanità Anci che si trova a pagina 138 dell'e-book di Quotidiano Sanità con tutte le proposte dei protagonisti

 

Comunicati e notizie

07/10/2019

Data Health. Frittelli: “Fare rete per la salute”

La presidente è intervenuta oggi all’evento Big Data In Health 2019" in corso a Roma presso il CNR. “A seguito dello sviluppo tecnologico e digitale degli ultimi anni, che ha influito notevolmente anche sul modo in cui la sanità è organizzata e strutturata, l'utilizzo del dato e la sua valorizzazione è divenuto centrale per la presa in carico dei pazienti dalla diagnosi alla cura fino all'assistenza”.

11/09/2019

Flavio Boraso è il nuovo presidente di Federsanità Anci Piemonte

Frittelli: “Buon lavoro a Boraso. Auspico ulteriore rafforzamento della già stretta collaborazione tra Federsanità Anci e Piemonte"

19/07/2019

Sanità 4.0: in uscita il secondo numero del 2019

On line il nuovo numero della rivista del Forum dei Direttori Generali di Federsanità ANCI

11/07/2019

Assemblea congressuale regionale di Federsanità ANCI FVG

Confermato Pino Napoli alla Presidenza e eletti i nuovo organismi direttivi

01/07/2019

Federsanità Fvg: al via il Bando diecimila passi di salute

E' stato pubblicato oggi 1 luglio sul sito internet di Federsanità ANCI FVG il bando per i Comuni "Friuli Venezia Giulia in movimento. 10mila passi di salute

tutte le news »

 

PENSARE LA SANITÀ

Primo numero 2019 della rivista del Forum DG sanità 4.0

Nuovo look per la rivista del Forum dei Direttori generali di Federsanità Anci. Obbiettivo rinnovato: dare spazio a tutte le esperienze e le buone pratiche sia delle aziende sanitarie sia dei Comuni

Gli ospedali della Toscana primi in Italia grazie agli operatori

Pubblicato il rapporto Sdo 2017 da parte del Ministero della Salute

 

APPROFONDIMENTI

Scenari d’uso e potenzialità delle tecnologie digitali

Il Video realizzato da Federsanità ANCI

continua »