Pensare la sanità

Dichiarazione Segretario Generale Lucio Alessio D'Ubaldo su nomine AIFA

La nomina del Presidente dell'Aifa sta assumendo un profilo discutibile. Una prassi consolidata, per la quale il governo si attiene alle indicazioni delle Regioni, dopo anni mostra il suo lato debole. Si fatica a comprendere come una consuetudine, giocata sul fair play istituzionale - in quanto collegata a una logica di equilibrio costituzionale e legislativo in ordine alle competenze sulla sanità - si possa trasformare in assoluta e insindacabile opzione delle Regioni. Non si tratta, per altro, di qualcosa che attenga precipuamente al rapporto tra servizi e territorio, tale cioè da legittimare, senza riserve, lo specifico diritto di nomina. Di fatto si finisce, invece, per autorizzare il sospetto di una qualche alterazione dei principi e delle forme dell'autonomia riconosciuta a un organismo tecnico di grande prestigio e delicatezza. Da notare,inoltre, che in questo contesto poco sereno, viste le tensioni a suon di accuse tra le parti, emerge inattesa la “discesa in campo” dei possibili candidati in una improbabile campagna elettorale. Se un'Agenzia tecnica di trasforma in terreno di confronto politico, con un grave cedimento in alcuni casi ai riti della personalizzazione, quasi che la pubblica opinione debba prendere parte alla scelta di un leader ad investitura popolare, allora il rischio è davvero quello di comprimere e deteriorare il quadro di riferimento delle attività e delle funzioni di un corpo specializzato nell'accreditamento dei farmaci di natura prettamente istituzionale. È dunque preferibile, in un contesto di condizionamenti o pressioni ingiustificate, che sia il Governo a ricercare con sollecitudine la mediazione più consona a sbloccare l'attuale impasse, effettivamente spiacevole e dannosa. Va trovato in fretta il punto di equilibrio tra diverse aspettative, superando ad ogni livello la pretesa d'imporre soluzioni gradite.



Lucio Alessio D'Ubaldo
Segretario Generale Fedetsanità ANCI

 

Comunicati e notizie

11/04/2017

Presentati i nuovi servizi online del portale salute.puglia.it

Una regione innovativa con una sanità sempre più digitalizzata. Un salto dal punto di vista gestionale e, per i pugliesi, un’opportunità preziosa.

04/04/2017

Friuli Venezia Giulia "ADESSO. Salute e Sicurezza", bilancio molto positivo e impegni per proseguire

136 Comuni coinvolti, insieme alle Aziende sanitarie, associazioni, IRCCS, Federfarma FVG, case di riposo ed esperti

03/04/2017

Defibrillatori, on line il posizionamento nella Regione Piemonte

In Piemonte, numerose  associazioni di volontariato, società sportive,  Comuni e privati  sono dotate di un defibrillatore semi-automatico, apparecchio che può salvare la vita in caso di attacco cardiaco improvviso. La loro diffusione capillare e l’utilizzo corretto da parte del personale non sanitario sono fondamentali. Conoscere la loro dislocazione sul territorio ed avere una mappatura aggiornata delle zone e dei dati tecnici, è importante per il sistema di emergenza-urgenza del 118 che sempre più punta sulla condivisione delle informazioni per garantire un servizio efficace e tempestivo.

29/03/2017

Malattie infiammatorie croniche intestinali: le Marche si dotano del Percorso diagnostico terapeutico

Ceriscioli: “Patologie sociali di grande impatto economico che alimentano una mobilità passiva”

29/03/2017

Pronto soccorso: avviato il nuovo numero unico per le emergenze 112

Si è iniziato dai territori delle province di Udine e Gorizia. Il 4 aprile sarà la volta di Trieste e Pordenone

tutte le news »

 

PENSARE LA SANITÀ

HIV: FEDERSANITA’ ANCI PRESENTA IL LIBRO BIANCO PER UNA MAGGIORE EFFICIENZA NELLA PREVENZIONE E GESTIONE DELLA PATOLOGIA

A Roma, presso l’Istituto Superiore di Sanità, i risultati del lavoro svolto dall’Atelier FedersanitaÌ ANCI in collaborazione con la Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT) che ha approfondito il tema dei modelli organizzativi che si sono sviluppati nel nostro SSN per quanto riguarda il trattamento dell’HIV

Vaccinazioni negli adulti. Come aumentare la copertura e facilitare l'accesso. Il report di Federsanità

Lo studio, condotto da un Tavolo di Lavoro Federsanità Anci, con un focus particolare sulla vaccinazione antipneumococcica, individua le linee strategiche per sensibilizzare la popolazione over 65. Necessarie una comunicazione efficace che veda il coinvolgimento di tutti gli attori coinvolti: Comuni/Conferenza dei Sindaci, ASL/Dipartimenti di Prevenzione e MMG. Fondamentale la capacità di comunicare i rischi a cui si va incontro non vaccinandosi

 

APPROFONDIMENTI

Scenari d’uso e potenzialità delle tecnologie digitali

Il Video realizzato da Federsanità ANCI

continua »