I Quaderni di Innovazione e Salute

Pubblicato il:09-10-2015

Federsanità ANCI intende promuovere e supportare interventi di Aziende Sanitarie e Comuni che realizzino modelli innovativi di Integrated Care supportati dalle Tecnologie Digitali in attuazione del Patto per la Sanità Digitale.

Allo scopo sta predisponendo una serie di Quaderni per:

- inquadrare i processi di introduzione del modelli innovativi di erogazione dell’assistenza in un’ottica di co-progettazione di soluzioni organizzative e tecnologiche;
- offrire un supporto metodologico nell’individuazione dei percorsi di innovazione più appropriati per ogni singolo contesto locale in un’ottica di adozione progressiva ed evolutiva del paradigma dell’Integrated Care;
- offrire un supporto per analizzare i requisiti, selezionare, implementare e valutare gli interventi;
- favorire gli early adopters che fungono da apripista per propagare l’innovazione nel Sistema Salute.


Quaderno 1
- Le tecnologie digitali nei modelli innovativi di Integrated Care. Promuovere la co-evoluzione di modelli di assistenza e soluzioni tecnologiche.
Il paradigma della Integrated Care (verticale: ospedale-territorio, orizzontale: sanitario-sociale) fornisce una chiave di lettura unitaria a fenomeni emergenti, quali le nuove forme e modelli nella gestione della salute, il patient engagement e l’uso strategico dell’innovazione tecnologica nei processi operativi e gestionali dell’assistenza, inserendoli in un quadro complessivo orientato alla continuità delle cure e alla centralità del paziente. Inoltre evidenzia la “integrazione informativa” come dimensione chiave del coordinamento, attuabile a pieno solo sfruttando in modo opportuno le potenzialità delle tecnologie digitali. Nell’ambito del progetto europeo STOPandGO, Federsanità ANCI ha elaborato lo schema IPICT (“Innovation Phenomena towards Integrated Care enhanced by digital Technologies”, ovvero “Fenomeni di innovazione verso la Integrated Care favorita dalle tecnologie digitali”) che interpreta i processi di innovazione e la diffusione delle soluzioni tecnologiche per la salute rispetto alla realizzazione dell’obiettivo di Integrated Care. Lo schema, confronta in sei strati la natura dell’innovazione e il grado di avvicinamento verso la Integrated Care indipendentemente dai contesti specifici. I primi due strati L1 e L2 considerano i prerequisiti tecnologici; gli strati L3 e L4 individuano, rispettivamente a livello micro (relazione professionista-paziente) e meso (organizzazione sanitaria), i servizi sanitari e sociali determinanti per lo sviluppo di modelli di assistenza innovativi potenziati dalle tecnologie digitali; gli strati L5 e L6 riguardano il livello macro delle iniziative e delle strategie per portare a sistema la Integrated Care (con piani, regole, finanziamenti, assistenza tecnica). Lo schema fornisce spunti per riflettere sul fenomeno dell’innovazione nei servizi sanitari e sociali e una serie di indicazioni e metodi operativi per lo sviluppo di strategie locali e regionali.


Quaderno 2 - I servizi sanitari e sociali determinanti per i modelli di assistenza innovativi Una descrizione sistematica (in preparazione)
Questo Quaderno, in corso di preparazione, descrive in modo sistematico i servizi sanitari e sociali reattivi e di iniziativa che sono determinanti per lo sviluppo di modelli di assistenza innovativi potenziati dalle tecnologie digitali. Questi servizi, che contraddistinguono lo strato L4 dello schema IPICT, sono classificati secondo i tre fattori-chiave nei modelli innovativi di Integrated Care: la collaborazione tra gli operatori; il coinvolgimento del cittadino e dei caregiver; la governance integrata in senso verticale o orizzontale. Per ogni tipo di servizio vengono descritti, con un vocabolario controllato sviluppato ad hoc: lo scenario applicativo e le sue principali varianti; gli erogatori e i fruitori del servizio; i requisiti operativi, tecnologici e informativi; le misure e gli indicatori diretti utilizzabili per valutare l’erogazione del servizio.


Quaderno 3
Funzionalità e info-struttura per l’integrazione informativa nei servizi sanitari e sociali (in preparazione)
In questo Quaderno si analizzano le implicazioni dell’integrazione informativa nell’erogazione dei servizi sanitari e sociali che determinano i modelli innovativi di Integrated Care, individuati nello strato L4 dello schema IPICT. Si individuano poi le componenti tecnologiche che corrispondono ai requisiti operativi e tecnologici delineati nel Quaderno 2, con la convergenza tra i sistemi informativi clinici e amministrativi e la Telemedicina moderna (telehealth, telecare) e si delineano le loro funzionalità a supporto delle attività dei professionisti sanitari e sociali, dei destinatari dell’assistenza, dei caregiver informali e del management. Inoltre viene caratterizzata l’infostruttura, cioè l’insieme delle informazioni clinico-assistenziali e operative rilevanti per realizzare l’interoperabilità semantica tra gli attori che partecipano alla gestione della salute. La condivisione delle informazioni avviene tramite diversi tipi di documenti predefiniti, che contengono i dataset codificati utili per supportare la Integrated Care e che confluiscono nel Fascicolo Sanitario Elettronico (e in una “Cartella Territoriale” locale al suo interno), con accessi secondo i profili individuali, nel rispetto della privacy.