Pubblicata una gara d'appalto per sviluppare uno strumento ICT innovativo per l'autogestione del Diabete Mellito di Tipo 2

Pubblicato il:29-01-2018

I pazienti diabetici, infatti, sono spesso trattati in modo inefficace; in quanto i sistemi sanitari, in tutto il mondo, tendono a rispondere a tale condizione solo in caso di eventi acuti per il paziente. Senza il supporto appropriato, i pazienti non sono in grado di assumere un ruolo attivo e responsabile nelle loro cure e le decisioni sono delegate interamente ai medici. La frammentazione nei sistemi sanitari odierni, inoltre, crea lacune nel coordinamento e nell‘assistenza sanitaria. Di conseguenza, non è raro che i pazienti soffrano di diabete per diversi anni prima di ricevere una diagnosi clinica.


Una volta effettuata la diagnosi di diabete, ai pazienti di solito vengono prescritti farmaci, ma risulta ancora inefficace l’azione volta a cambiare anche il loro stile di vita. La farmacoterapia è più efficace se abbinata ai cambiamenti nelle abitudini alimentari e nell’esercizio fisico. Il diabete mal gestito ed il controllo glicemico inadeguato sono associati ad un'incidenza elevata di complicanze, incluso l’aumento della frequenza di gravi conseguenze croniche come l'amputazione degli arti, la cecità o l'insufficienza renale.


ProEmpower intende cambiare questo scenario, affrontando la necessità di stratificazione dei pazienti in base al rischio, al fine di facilitare la diagnosi precoce del diabete e consentire, così, l’erogazione di assistenza proattiva e personalizzata nonché di tempestivo supporto. Ciò richiede l'adozione di un approccio in ambito sanitario con un forte coordinamento multidisciplinare di tutte le azioni nel processo assistenziale.


per consultare il bando clicca qui