Rete nazionale per la terapia del dolore e delle cure palliative

Pubblicato il:04-04-2016

Federsanità Anci, Fondazione Istituto ricerca sul dolore (Isal), Fimmg e Scuola europea di alta formazione in Terapia del dolore firmano il protocollo per la costituzione di una «Rete nazionale per la terapia del dolore e delle cure palliative».
Favorire la continuità assitenziale ospedale-territorio coinvolgendo in modo integrato tutte le risorse presenti, favorendo l’integrazione di tutti gli ambiti assistenziali e inserendo la terapia del dolore nel piano terapeutico da inviare al Mmg alla dimissione. Questi alcuni degli obiettivi del protocollo.
La Rete si propone di dare pratica attuazione a quanto previsto dalla Legge 15 Marzo 2010, n. 38 “Disposizioni per garantire l’accesso alle Cure Palliative e alla Terapia del Dolore. La legge ha sancito il diritto per ogni cittadino all’accesso alle Cure Palliative ed  alla cura del dolore considerato in tutte le sue forme. I diritti sanciti dalla legge in esame sono validi per tutte le persone e per tutti i luoghi di cura per i quali è, inoltre, previsto un obbligo di monitoraggio sia per le Cure Palliative che per la Terapia del Dolore.

Nell’ambito della Rete di Terapia del Dolore oltre ad essere definiti i percorsi diagnostico terapeutici  riabilitativi per garantire la presa in carico del paziente con dolore acuto o cronico, moderato o severo, riducendone il grado di disabilità e favorendone la reintegrazione nel contesto sociale e lavorativo, devono essere coinvolte in modo integrato tutte le risorse disponibili sul territorio.


Lo Statuto


Comitato Scientifico