La voce di FedersanitÓ

Il coraggio di agire per migliorare l'esistente

Pubblicato il:21/12/2016

Non è stato un anno facile e non serve certo ricordare le tante difficoltà che il Paese si è trovato ad affrontare. Anche per questo abbiamo voluto chiuderlo con un segnale positivo e concreto, il Premio “Il Coraggio di agire” che, per il quarto anno, Federsanità Anci ha assegnato con l’intenzione di dare un segnale su come sia importante individuare e valorizzare quanti, ogni giorno, compiono scelte innovative e, per questo, coraggiose.

Ci sono, infatti, amministratori, operatori pubblici, manager che, attraverso il servizio reso alla Pubblica Amministrazione, hanno dimostrato che percorrere la strada della sostenibilità è possibile, garantendo alla cittadinanza la qualità dei servizi erogati e contribuendo, in linea con gli indirizzi nazionali, alla diffusione della cultura della qualità basata sui principi della misurazione, valutazione e miglioramento continuo delle performance.


Quest’anno Federsanità ANCI ha voluto premiare le scelte e le iniziative di chi si è impegnato per migliorare  i servizi di assistenza territoriale in risposta ai crescenti bisogni di salute della popolazione, anche in fase di emergenze come quella del terremoto. Per queste ragioni il nostro plauso è andato in primis a due Regioni, l’Umbria e le Marche, “per le soluzioni che hanno garantito il diritto alla salute a tutti i cittadini, insieme alle Conferenze dei Sindaci, durante l’emergenza terremoto”.  Immediata è stata la risposta dei Servizi sanitari regionali che, insieme alla Conferenza dei Sindaci e alla protezione civile, sono intervenuti con l'allestimento di ambulatori collegati con i migliori centri per consulenze in telemedicina, distribuzione dei farmaci ai pazienti cronici, ricollocamento di pazienti lungodegenti in RSA e case di riposo, perché non venisse meno il diritto alla salute e l'attenzione ai più fragili.