Attivitá di informazione e diffusione sulle sostanze chimiche e gli Appalti Verdi

Il Decreto Ministeriale del 22 novembre 2007 “Piano di attività e utilizzo delle risorse finanziarie riguardante gli adempimenti previsti dal regolamento REACH”, emanato dal Ministero della Salute, di concerto con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e con il Ministero dello Sviluppo Economico, indica i compiti di ciascuna amministrazione pubblica coinvolta dal Regolamento REACH e le risorse assegnate per l’attuazione dello stesso sul territorio nazionale.
Al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in particolare, è attribuito il compito di:
  • Sviluppare attività di informazione sui rischi delle sostanze chimiche;
  • Promuovere iniziative di sensibilizzazione;
  • Realizzare attività tese a garantire l’accesso del pubblico alle informazioni sulle sostanze chimiche.
Il presente progetto nasce, quindi, dall’esigenza di rendere accessibili a un pubblico sempre più vasto le novità introdotte dal Regolamento REACH, concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche.

In linea con le raccomandazioni della Commissione europea (Digital Agenda), che incoraggia l’adozione di approcci innovativi per le campagne di sensibilizzazione, si è deciso di sfruttare le potenzialità dell’Information and Communication Technology (ICT), quale approccio capace di veicolare efficacemente contenuti e condurre la cittadinanza a una riflessione attiva sui temi della salute e dell’ambiente.

Gli strumenti ed i canali digitali ipotizzati, inoltre, consentono una più efficiente attività di aggiornamento, resa indispensabile dal fatto che il Regolamento, per la sua complessità, il suo impatto sulle industrie e le ricadute sull’economia europea, è continuamente modificato e integrato da regolamenti specifici.

Con il D.M. 11 aprile 2008 (aggiornato nel 2013), inoltre, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Ministero dello Sviluppo Economico, ha adottato il “Piano d’Azione per la sostenibilità dei consumi nel settore della Pubblica Amministrazione (PAN GPP)”, finalizzato a massimizzare la diffusione dei Green Public Procurement o Acquisti Verdi.
Risulta attualmente necessaria un’attività finalizzata all’informazione e sensibilizzazione della governance circa i Criteri Ambientali Minimi (CAM) da inserire nei capitolati tecnici delle gare d’appalto, con particolare attenzione alle Aziende Sanitarie Locali.

Sulla base di tali cosiderazioni, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e Federsanità ANCI hanno sottoscritto una convenzione per un’attività di informazione e diffusione sulle sostanze chimiche e gli appalti verdi. Grazie all’accordo di collaborazione, verrà sviluppata un’azione congiunta volta a: